La Saga - Patrizio Ligabue

Vai ai contenuti

Menu principale:

LIVELLO MUSICA > Contenitore Dischi

PATRIZIO
LIGABUE

OVERTONES SUONI & VOCE
"DISCOGRAFIA"

DISCOGRAFIA
BIOGRAFIA
STRUMENTI
NEWS & VIDEO & ALTRO
_______________________________________________
HOME - MI PIACE - LINK - CONTATTI

                                           LA SAGA REGGIANA DELL'ARMONICO QUINTO             

Il progetto del disco è nato dall'originale idea di Patrizio Ligabue di musicare un proprio testo da narrare, che racconta in dieci capitoli di "frasi in tempesta", il fantastico viaggio, ambientato in terra reggiana, dell'Armonico Quinto.

All'interno delle diverse ambientazioni sonore (circa 50 minuti di musica prevalentemente jazz) create da Simone Copellini, che nello scandire lo sviluppo del racconto, sono permeate dai timbri particolari del mix didjeridoo, tromba e pianoforte, già sperimentati in lavori precedenti, la voce narrante interpretata da Antonella Panini, diventa un vero e proprio strumento musicale aggiunto che si fonde perfettamente alle melodie strumentali sottostanti.

"Saga" deriva dalla parola islandese "sogur". Come una cronaca irreale, una storia simile ad un sogno, descrive il percorso intrapreso dall'Armonico Quinto alla ricerca della propria identità più che musicale. Armonico Quinto, come la personalizzazione di un armonico particolare tra i tanti presenti all'interno della sequenza naturale degli armonici, il quinto appunto. Gli armonici sono normalmente legati tra di loro da logiche immodificabili e prettamente matematiche. Tutti i suoni, le voci, i sussurri, sono il risultato di una diversa disposizione dei propri armonici che amalgamati assieme, creano il timbro del suono e rendono possibile identificarne la fonte.

Siamo all'interno di un mondo irreale, in una matrice sonora, in un cyberspazio circolare nel quale gli elementi auditivi e visivi interagiscono e si alimentano progressivamente, dove il tempo lo si vede arrivare raffigurato da una barra, da una linea verticale che scorrendo sul piano, contemporaneamente cancella e riimprime in matrice nuove linee orizzontali, nuovi armonici che in modo matematico, analizzando gli stati d'animo delle diverse fonti del suono, raffigurano visivamente tutte le vibrazioni dell'ambiente attraversato.

Il fantastico compito di tutti noi sarebbe quello di riuscire a liberare il nostro personale Armonico Quinto, ad isolarlo dal caos sonoro in cui naturalmente è rinchiuso e a renderlo percepibile affinché possa idealmente volare fuori dalla matrice e "penetrando nelle carni, attraversando le menti", contaminare in positivo tutto il nostro ambiente reggiano circostante con le sue "magiche" vibrazioni.



Leggi recensione Jazzitalia                      Testi : "La saga reggiana dell'armonico quinto"         


Profilo
Coscienza Di Sè
Autostima
Tanti Perchè
Dolce Malessere
Cambiamento
Fuga Dalla Matrice
Viaggio Infinito
Incontri
Il Ritorno
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu